Enneagramma Associazione Italiana Studi Enneagramma

L’incompreso Quattro Sessuale

HomePage Forum Forum ASS.I.S.E. L’incompreso Quattro Sessuale

Questo argomento contiene 18 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da  Loris Cavalli 3 anni, 7 mesi fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 19 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #674 Risposta

    Antonio Barbato

    E non stiamo parlando del fatto che questi Quattro, come tutti gli altri Quattro, non si sentono sufficientemente capiti…..Uno psicologo americano mio amico mi ha chiesto un aiuto per comprendere meglio le differenze fra il sottotipo sessuale del Quattro e gli altri sottotipi, compresi quelli misti. In particolare, mi è stato chiesto di indicare alcuni chiari criteri, che possano essere di aiuto in un caso da lui trattato, per operare una netta distinzione ai fini terapeutici. In linea di massima io tendo a non enfatizzare troppo, in questa ottica, le differenze fra le diverse posizioni della stessa passione, ma, stavolta, ho ritenuto utile entrare in distinzioni più sottili e, di conseguenza, le metto anche a disposizione dei nostri lettori. Il punto di partenza della domanda del mio amico era questo:come faccio a distinguere il sottotipo più prettamente sessuale dagli altri o dalle manifestazioni in cui in cui esso compare mixato con gli altri due? I libri sull’argomento, compresi quelli apparentemente più dettagliati di Peter O’Hanrahan e dei Fauvre, danno come tratti distintivi una serie di atteggiamenti che sembrano spesso contraddittori fra di loro. Non migliorano la comprensione del fenomeno nemmeno le indicazioni date dagli altri cosiddetti luminari nei loro libri, perché spesso i tratti delle persone reali si mescolano fra di loro in un modo che è quasi inestricabile. Quindi, mi chiedeva il mio amico, quale tratto, secondo me, caratterizza meglio questo sottotipo e, in aggiunta, quale strategia terapeutica, fra quelle che lui è solito usare, mi sembrava la più indicata? Tralascio la seconda domanda che è più propria dei clinici del settore e cerco di dare alcune indicazioni sulla prima. In realtà, le parole che vengono usate per cercare di distinguere il sottotipi sessuale dagli altri, generano il più delle volte solo tanta confusione. Vediamone alcune per comprendere come possano essere fuorvianti, se non sono corrette da un’adeguata comprensione. La parola odio, che è spesso usata, è sicuramente valida per descrivere il deterioramento di questa spinta passionale, visto che in questo caso il semplice esistere dell’oggetto cui ci si paragona fa stare male, ma non è valida assolutamente per definire i livelli intermedi o meglio integrati. Certo, Jago o Shylock, si sono fatti corrompere e deteriorare dall’Invidia fino al punto da farla diventare una clematide che ha ammorbato e poi ucciso il bene nel loro cuore, ma, fortunatamente, moltissimi altri Quattro sessuali non trasformano il loro cuore in un groviglio di spine velenose e non sentono una simile spinta dentro di loro (qualunque cosa possa aver detto, ad esempio, San Tommaso, che riteneva che l’invidia fosse l’odio per la felicità degli altri). La parola usata da Ichazo per descrivere l’aspetto negativo dell’istinto di Relazione, che per lui era molto più corretto da usare al posto di istinto sessuale, era addirittura Rimorso, usata in congiunzione a Vergogna che, molto più propriamente, secondo me, Kathleen Speeth associava a quello che noi chiamiamo istinto sociale e che è diventata di uso generale. Un’altra parola che fuorvia è competizione, perché essa, diversamente da quanto fanno altri tipi veramente competitivi per eccellere o comandare, fa riferimento alla tendenza, soprattutto delle donne negli anni sessanta, a non sentirsi soggetto di minor diritto tipica di tutti i Quattro e non solo del sessuale. Poco migliore è la parola rabbia, che ha bisogno di essere spiegata bene perché non è solo caratteristica del Quattro, ma è, anzi, prerogativa più propria del tipo Otto, mentre in tutti i Quattro si manifesta sempre una forte Rivendicazione come risposta all’Ingiustizia percepita. Peter O’Hanrahan suggerisce che un buona definizione possa essere il Drammatico, seguendo una linea di pensiero molto comune negli USA, che identifica nell’amplificazione dell’espressione lamentosa il tratto più proprio di questo sottotipo. Questo aspetto è sicuramente molto presente in questo sottotipo, ma va spiegato con accuratezza che esso è il risultato e non la causa della prevalenza dell’istinto di Espansione. Tutto chiaro, miei cari Quattrocchi che certamente leggerete questo intervento, fino a questo punto? Avete dubbi o perplessità che volete che vengano chiariti, prima che continui nel mio esame di questo punto? Aspetterò fino a Lunedì sera per vedere se ci sono interventi, prima di proseguire…

    #6226 Risposta

    Utente Ospite

    Una vera lectio magistralis. Aspetto il seguito con impazienza perchè questo è proprio il mio sottotipo.Grazier e cari saluti Stefano Cola

    #6227 Risposta

    Marina Pierini

    Per me tutto chiaro, aspetto con curiosità di sapere dove ci stai portando…

    #6228 Risposta

    Eleonora

    Ciao, Antonio. Ti va di dire qualcosa di più sull’aspetto del Rimorso sottolineato da Ichazo? Perchè il Rimorso invece che istinto sessuale?
    grazie e…buonanotte

    #6229 Risposta

    Teresa

    L’amplificazione dell’espressione lamentosa è il tratto più proprio di questo sottotipo? Più del sociale Antonio? Sono tutta orecchie….

    #6230 Risposta

    Utente Ospite

    Però non ci lasci così, lei aveva promesso di proseguire ed io attendo, e lei sa quanto è difficile attendere per un 4. Suo Stefano Cola

    #6231 Risposta

    Antonio Barbato

    Grazie per i complimenti signor Cola, vedremo, però, alla fine se saranno stati davvero meritati. Per il momento, rispondo alla sollecitazione della mia carissima Leo, che mi domanda delucidazioni sull’uso della parola Rimorso da parte di Ichazo. Il punto è che nella sua teoria non esiste l’istinto sessuale, quale noi lo definiamo seguendo la classificazione della Speeth, ma l’istinto di Relazione che ci da il senso del nostro modo di relazionarci con gli altri. Secondo Ichazo il Quattro nell’aspetto negativo dell’istinto di Relazione è dominato dalla Vergogna (mentre nel suo aspetto di Adattamento è dominato dalla Confusione). In questo modo fra le varie concomitanti associazioni lui mette il Rimorso, l’umiliazione, la degradazione, eccetera. Come potete vedere siamo molto lontani dal modo di vedere al quale noi siamo abituati. Un po’ meno astruso per noi italiani è il tratto sottolineato dagli autori americani della scuola della Palmer e soprattutto di Daniels(il professore di psicologia alla prestigiosa Stanford University che ha fatto conoscre l’enneagramma negli ambienti accademici), come tipico del Quattro sessuale. In un seminario fatto solo intervistando Quattro che si ritenevano del sottotipo sessuale, venne fuori che le circa duecento persone presenti indicassero tre elementi sulle quali concordavano e che, apparentemente, non sembravano avere connessione. Riuscite ad indovinare quali?? Vi lascio un po’ di tempo per pensarci……

    #6232 Risposta

    Carla Basagni

    Secondo me, il Quattro Sessuale avverte un forte sentimento di inferiorità, ha voglia di dimostrare a tutti -e prima di tutti a se stesso -il proprio valore e rivela uno spirito molto polemico se, per caso, si sente messo un po’ in ombra. La lamentosità, in effetti, mi sembra un tratto dominante per questa personalità, molto più del sottotipo sociale che, dominato dalla Vergogna, trova sempre grandi difficoltà ad esprimere se stesso.
    Un caro saluto,
    Carla

    #6233 Risposta

    Antonio Barbato

    Si, Carla, la lamentosità è spesso preclusa al Quattro sociale come forma di mafestazione, perché spesso la Vergogna stringe anche la gola ed allora la persona può solo disorientarsi o sbandare. Nel sessuale c’è una fortissima attenzione all’immagine, una manifestazione espansiva di sè che si tramuta in una grossa iper cura dell’immagine di bellezza che si vorrebbe dare (e, correlativamente, il tormento per non riuscire ad incarnare quell’ideale), unita ad una inclinazione ad eccessivamente drammatizzare le proprie esperienze di vita quando vengono raccontate (e questo accede con enorme frequenza). Accanto a questi due temi centrali c’è la reattività, carica di impulsività, che li fa somigliare a dei Due sessuali nella modalità esplosiva a livello di voce. Per avere un Quattro sessuale puro, secondo questa ricerca, quindi debbono essere presenti tutti e tre questi aspetti, altrimenti avremo una forte influenza di uno degli altri istinti. Alla luce di ciò potrete capire perché negli USA questo tipo è conosciuto come il Re o la Regina della Tragedia, e perché, estendendo a tutti i Quattro questo tratto tipico del sessuale, si dice che gli i Quattro urlano più di tutti gli altri tipi. La mia esperienza mi porta ad aggiungere che i Quattro sessuali si “notano” subito in ogni ambiente, perché, anche se loro affermano il contrario, la loro forza di espansione li porta a manifestarsi in un modo davvero esplosivo. Se, in un ambiente sociale, un vostro amico Quattro sessuale vi vede in modo inatteso, lo sapranno istantaneamente tutti, perché proprio non si conterrà. Ricordo ancora, ad esempio, l’entrata di Richard Riso alla conferenza della IEA a Santa Monica, perchè essa fu accompagnata da una risata tre toni sopra il normale, seguita da una decina di vivacissimi abbracci e manifestazioni evidenti di affetto verso persone che gradiva e da sguardi che attraversavano tutta la sala per vedere chi lo avesse notato. Era, praticamente, impossibilie notarlo ed io pensai che, dopo tutti gli anni di studio dell’ennegramma, forse avrebbe dovuto capire da solo che stava solo manifestando apertamente la sua passione, perché non ne sapeva contenere le spinte.

    #6234 Risposta

    Carla Basagni

    Allora anche Paul McCartney sarà un quattro sessuale? Leggevo, tempo fa, in un trafiletto di giornale intitolato significativamente “Complesso di inferiorità”, che Paul rivendica un primato su John Lennon tanto da aver chiesto che la famosissima firma “Lennon-McCartney” suonasse come “McCartney-Lennon” e, a questo punto è stato bloccato dalla sempre vigile Yoko Ono, vedova di John. Paul sostiene, inoltre, di essere stato lui a far conoscere a John Lennon l’impegno politico, il pacifismo, l’India, perfino gli allucinogeni. La notizia mi ha rattristato un po’, perchè ho sempre ammirato il talento di Paul. Non si rende conto di stare cadendo nel ridicolo ed aver perso il senso della misura. Credo che non si possa pensare di “competere con John Lennon, soprattutto dopo l’orrenda morte che ha fatto, che l’ha trasformato, definitivamente, in una specie di mito. Ricordo che John Lennon è stato ucciso, il giorno del suo compleanno, da un pazzo, suo sedicente fan, che non sopportava di vederlo invecchiare. Forse Paul Mc Cartney è guidato anche lui da una passione “enneatipica”, che non riesce proprio a controllare.

    #6235 Risposta

    Teresa

    Vabbè Carla però io, da 4 chiaramente, lo capisco Paul McCartney…e porcaccia la miseria, uno si fa in quattro poi arriva quello…qualcuno lo ammazza un momento e questi diventa un mito!!! E che bisogna morire per vedersi riconosciuto qualcosa???!!!! Estereffatti da questo ragionamento che può sembrare delirante?!!! Però è proprio come ragiona un 4 sessuale quando non si sente riconosciuto….cioè arriva ad invidiare anche uno che è morto e che per questo ha più considerazione di lui!! Comunque, girovagando un pò sul forum, ho riletto gli interessanti post di Antonio e gli altri interventi e facevo una considerazione sul fatto che bisogna riconoscere tre elementi di base e che accomunano i 4sex che sono: l’attenzione all’immagine, la drammaticità e la reattività. Riconosco in me tutti e tre però (!!!)…volevo aggiungere per quanto riguarda l’essere plateale che questo, almeno per me, non è tanto vero. Devo stare proprio bene, sentirmi gioiosa e piena di positività per sbandierare il mio entusiasmo mentre in altre persone 4sex che conosco, noto questo tipo di atteggiamento. Io, anche se non nego che voglio essere notata, non mi dò questo gran da fare, soprattutto in situazioni sociali tendo a rimanere sullo sfondo….certo… rosicando che nessuno mi nota!!!

    #6236 Risposta

    Aisha

    Anch’io riconosco i tre elementi di base che accomunano i 4 sessuali, ma, come Teresa non manifesto il bisogno di essere notata con atteggiamenti esagerati. Spesso mi capita di sentirmi inadeguata in alcune situazioni, di conseguenza non ho la spinta a mettermi in mostra anche se, magari, vorrei farlo.

    #6237 Risposta

    Carla Basagni

    Proprio in questo periodo, agli Uffizi, c’è una mostra interessante dal significativo titolo “Innocente e calunniato : Federico Zuccari (1539-1609) e le vendette d’artista”. Dalla mostra e dal catalogo che l’accompagna viene fuori una personalità dello Zuccari molto “reattiva” che non esitava a vendicarsi dei torti subiti da committenti, detrattori o artisti rivali, raffigurando le loro sembianze in soggetti mitologici da lui dipinti, come “La Calunnia di Apelle” o “La Verità rivelata dal Tempo”. Queste opere, a avolte vere e proprie tavole di grandi dimensioni, erano perfettamente leggibili dai contemporanei dello Zuccari come una specie di “teatro satirico” dai riferimenti molto pungenti a personaggi molto noti del suo tempo. La reattività dell’artista, il ribellarsi al fatto di non essere abbastanza apprezzato e riconosciuto, la drammaticità….non vi ricordano il Quattro sessuale? Fa sorridere il fatto che lo Zuccari sostenesse di essere stato oggetto d’invidia ed avesse anche raffigurato l’invidia come un’orrenda donna nuda magra ed avvizzita avvolta dalle serpi (brrrr… questi artisti!), quando lui stesso, probabilmente, trovava in se’ stesso questo senso di carenza, che lo portava a mettersi sempre a confronto con gli altri e a reagire con rabbia quando si vedeva messo in ombra!

    #6238 Risposta

    Antonio Barbato

    Cara Carletta, non so se lo Zuccari fosse un Quattro o, piuttosto, un Sei sessuale, dato che un suo tratto costante era quello di far di tutto per litigare con i suoi committenti (quasi sempre, per d più, potenti e minacciosi). Inoltre, è tipico del Sei e del Tre credere che gli altri provino una profonda invidia per le sue, supposte, qualità.

    #6239 Risposta

    Utente Ospite

    A mio avviso Mc Cartney è un due conservativo e per quanto riguarda i quattro sessuali una buona terapia è “affondare la mongolfiera che è in loro” con le “buone maniere” tipiche della Gestalt ma quella di altri tempi…

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 19 totali)
Rispondi a: L’incompreso Quattro Sessuale
Le tue informazioni: