Enneagramma Associazione Italiana Studi Enneagramma

Enneagramma e relazioni affettive

HomePage Forum Forum ASS.I.S.E. Enneagramma e relazioni affettive

Questo argomento contiene 17 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da  cristiana 3 anni, 5 mesi fa.

Stai vedendo 3 articoli - dal 16 a 18 (di 18 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #6079 Risposta

    un atomo

    Cara Marina perchè ti incuriosisce che sia arrabbiata con me stessa? Forse io lo so cosa ti lascia perplessa di questo mio sentire è quello che non comprendevo nemmeno io all’inizio, non capivo perchè provavo tanta rabbia contro di me, ma poi ho scoperto con meraviglia e pian piano con comprensione che è un meccanismo molto comune, fisiologico in certe situazioni. Nella fattispecie del post precedente ero arrabbiata perchè scrivendo ho sentito risvegliarsi un dolore, una malinconia e una mancanza come se fosse una ferita appena inferta, questo mi fa arrabbiare, mi fa sembrare inutile ogni sforzo. comunque sento qualcosa che non va, non lo so cos’è, un istinto che mi dice che qualcosa non funziona in questi post, qualcosa che non so ben spiegare e che mi infastidisce. Magari un pò di silenzio mi chiarirà le idee 🙂

    #6080 Risposta

    Marina Pierini

    ok…a presto allora ! 🙂

    #12284 Risposta

    cristiana

    Salve a tutti, vorrei confrontarmi rispetto alla potenziale relazione tra una donna 8 (io) e un uomo 5 (lui) 😀 So che c’è da mettersi le mani nei capelli, è che ora siamo in impasse relazionale vittime entrambi dei nostri loop, dopo 7 anni io ho espresso la mia esigenza di trasformare, integrare la nostra relazione su un piano più sentimentale/emotivo, mandando lui in forte crisi, il quale si è svelato incapace di prendere contatto con le proprie emozioni per paura, rimandandomi costantemente di tenere a noi , a me e di volermi bene (detto da lui suona come un miracolo). A prescindere dalla mia discutibile momentanea scelta di accettare la sua tensione interiore e accoglierlo, ho parallelamente suggerito a lui di prendersi il suo tempo per capire se è disposto a spezzare questo meccanismo, riconoscere i suoi sentimenti verso di me e di dargli un nome. In questo tempo (che temo, visto il soggetto, possa essere infinito…) sono in confusione su quale vorrei fosse la mia posizione verso di lui, verso i suoi tentativi di contatto che arriveranno sotto varie forme, nel tentativo di dilungare ulteriormente la sua resa dei conti. Amo la comunicazione diretta, pertanto vi prego, siate spietati e cinici, ho bisogno di lucidità! 😉

Stai vedendo 3 articoli - dal 16 a 18 (di 18 totali)
Rispondi a: Enneagramma e relazioni affettive
Le tue informazioni: